Emilio Vedova / Renzo Piano

Di umano '84-II 1984

4 giugno 2009 - 7 aprile 2010

 

Per inaugurare il nuovo contenitore architettonico della Fondazione Emilio e Annabianca Vedova si sono scelti tre cicli di opere che, nel percorso dell’artista, rappresentano il culmine estremo raggiunto dal suo linguaggio visivo, carico di istanze formali e gestuali. Sono i grandi dipinti degli insiemi “Emerging”, 1984, “Da Dove”, 1984, e “Oltre”, 1985, arricchiti dalla presenza di un tondo “Non dove”, 1986, che segnano il momento della sua massima espressività. Selezionati per la loro contemporaneità, il periodo 1984-1986, questi lavori entrano in dialogo con lo spazio e si relazionano tra di loro creando un continuum, fatto di luminosità e di tenebre, di gioie e di angosce. Qui il sentire interiore, basato sulle stratificazioni drammatiche di colore e di materia, emerge e diventa presenza visiva, a cui il pubblico può abbandonarsi per condividere le domande sull’esistere e sul fare dell’artista. Un procedere travagliato di dubbi e di passioni che, articolati secondo prospettive diverse nell’ambiente, forma un labirinto o uno scenario in cui perdersi per lasciarsi travolgere da un proliferare di immagini che enunciano lo “scontro” dell’artista contro l’assurdo del mondo.