Tintoretto 1519-1594

TINTORETTO 1519 - 1594

Venezia, Palazzo Ducale – Appartamento del Doge
7 Settembre 2018 - 6 Gennaio 2019

La Fondazione Emilio e Annabianca Vedova, in collaborazione con Fondazione Musei Civici di Venezia e Gallerie dell’Accademia, partecipa con due importanti opere appartenenti al ciclo vedoviano dei Dischi, al grande progetto espositivo che celebra i 500 anni della nascita di Tintoretto nelle due prestigiose sedi di Palazzo Ducale e delle Gallerie dell’Accademia. Emilio Vedova, pur nella sua dirompente carica innovativa, si considerava parte della tradizione pittorica veneziana e vedeva nel grande testimone del Rinascimento veneziano una fonte di profonda ispirazione. Fin da giovane Vedova aveva studiato, con la grande passione che lo contraddistingueva, le opere del maestro cinquecentesco.
A Palazzo Ducale il legame di Vedova con Tintoretto è espresso dai due Dischi Non Dove '87 (op. 1 – op. 2), 1987, e ...Dagegen...1987/'95 (op. 3 - op. 4), 1987-1955.

Si tratta di lavori di grandi dimensioni, su legno, articolati a diversi livelli e inclinazioni, che costituiscono uno dei punti di arrivo più alti della produzione artistica di Vedova, culmine di un percorso che ha, appunto, in Tintoretto una delle radici più profonde. Se l’avvento di Tintoretto nella pittura veneziana e italiana è stato un momento di radicale innovazione, allo stesso modo i Dischi sono un’aperta sfida alla classicità: “Il cerchio l’ho fatto – ebbe modo di scrivere Vedova – quasi per una sfida contro questa figura sacrale, una specie di ‘Sancta sanctorum’“.

Palazzo Ducale TINTORETTO 1519 - 1594, una mostra monografica centrata sul periodo più fecondo della sua arte - dalla piena affermazione, verso metà degli anni Quaranta del Cinquecento, fino agli ultimi lavori - e in contemporanea una grande mostra alle Gallerie dell’Accademia di Venezia, IL GIOVANE TINTORETTO, dedicata ai capolavori del primo decennio di attività e al contesto in cui egli avviò il suo percorso artistico.