"Da Palazzo Carminati", 1941

1940

La Fondazione Bevilacqua La Masa, nel 1940 concede a Vedova uno studio-soffitta a Palazzo Carminati.
“I muri delle scale medievali sono segnati di scritte come i muri delle prigioni. [...] In alto, con una scala si può vedere da un abbaino una Venezia dall'alto; quante volte me la son vista, ed ho parlato con lei... con dialoghi stridenti, acuti e stentati. [...] colà son passati i pittori lagunari, alcuni si sono ammazzati, altri impazziti e i più fortunati scappati. [...] Oggi il Palazzo, su rivendicazioni sociali, non è più quello 'estremo loco'”
Emilio Vedova, Pagine di diario, Galleria Blu Editrice, Milano, 1961